L'Italo-Americano

italoamericano-digital-8-11-2022

Since 1908 the n.1 source of all things Italian featuring Italian news, culture, business and travel

Issue link: http://italoamericanodigital.uberflip.com/i/1476020

Contents of this Issue

Navigation

Page 38 of 39

GIOVEDÌ 11 AGOSTO 2022 www.italoamericano.org 39 L'Italo-Americano ITALIAN SECTION | NOTIZIE SPORTIVE SPECIALE OLIMPIADI 10 - SASSUOLO. Mentre scri- viamo, l'unica stella ad aver lasciato il Sassuolo è Scamacca. Lasensazione è che restino una vetrina per i talenti che non si preoccupano dei destini del club. Non a caso, dopo la sorprendente eliminazione in Coppa Italia (2-3 contro il Modena), Dionisi è sbot- tato, lamentando la scarsa concen- trazione dei suoi, distratti dalle sirene di mercato. Difficile, così, lottare per l'Europa. LA STELLA: Berardi, che tutti vogliono ma nessuno compra, è il leader tecnico. LA POSSIBILE SORPRESA: Thorstved è un centrocampista bravo col pallone e negli inseri- menti: potrebbe essere il nuovo talento 'per fare cassa'. L'INCOGNITA: I sostituti saranno all'altezza dei big che ver- ranno ceduti? Chi rimarrà si con- centrerà sul Sassuolo? SESTA FILA: 11 - MONZA. La debuttante più pretenziosa. Potrebbe essere la mina vagante di metà classifica per restare nella parte sinistra della classifica. Il mercato è stato importante, anche se la rosa - foltissima - è incom- pleta. LA STELLA: I tantissimi acquisti non hanno portato il gran- de nome in grado di accendere la fantasia dei tifosi. Segnaliamo Caprari che si candida seconda punta molto prolifica. LA POSSIBILE SORPRESA: Birindelli. Il cursore di fascia - figlio d'arte - potrebbe essere una bella sorpresa. Ha dalla sua dutti- lità e fisicità: nel 3-5-2 potrebbe avere un ruolo chiave. L'INCOGNITA - Tantissimi cambi, rosa da sfoltire, aspettative altissime: il lavoro di Stroppa non si preannuncia semplice. Manca Il bomber. 12 - BOLOGNA: Ancora una volta, il Bologna si affaccia alla Serie A con l'obiettivo di… avere un obiettivo. La salvezza non sem- bra un problema, mentre alzare l'asticella sì. Mihajlovic proverà a far svoltare i suoi dal punto di vista della convinzione. LA STELLA: Arnautovic è il riferimento sia per la manovra d'attacco, sia per la personalità. LA POSSIBILE SORPRESA: Ferguson, nonostante la giovane età, vanta buona esperienza con l'Aberdeen. Centrocampista che abbina tecnica a quantità, potrebbe ritagliarsi molto più spazio. L'INCOGNITA: La mancanza di motivazioni può essere un peri- colo: incappando in qualche scon- fitta di troppo, si può venire risuc- chiati nelle zone basse della classi- fica dove, senza la giusta menta- lità, si rischia tantissimo. SETTIMA FILA: 13 - UDI- NESE. L'obiettivo è una stagione tranquilla, per non retrocedere. I presupposti paiono esserci: non ci sono state cessioni 'pesanti' (Molina a parte) e la rosa è stata puntellata nel reparto che più lo richiedeva (difesa). In panchina una vecchia gloria come Sottil gilità societaria, incideranno ces- sioni pesanti: Thorsby e - se si concretizzerà - di Daamsgard. Caputo e Quagliarella hanno un anno in più. 18 - SPEZIA. Cercherà una sorprendente salvezza, dopo un'annata faticosa ma positiva. Le speranze saranno affidate al rilan- cio di Nzola in attacco e di Gotti in panchina. LA STELLA: Nzola, dopo una stagione emotivamente com- plessissima, è chiamato a tornare il bomber rapido e incisivo di due anni fa. Se non accadrà, guai in vista. LA POSSIBILE SORPRESA: Daniel Maldini: nome troppo 'pesante' per non puntarci. Il tre- quartista, in prestito dal Milan ha esordito con gol (in Coppa Italia) e se il buon giorno di vede dal mattino… L'INCOGNITA: Nessun innesto di peso e Gotti ha perso un riferimento come Provedel. E' anche scoppiata la 'grana' Maggiore (che, persa la fascia da capitano, ha rifiutato la Coppa Italia): cessione vicina. DECIMA FILA: 19. CRE- MONESE - La Cremonese, tor- nata in A dopo 26 anni, affida una rosa estremamente rivoluzionata (per i tanti calciatori avuti in pre- stito in B) a un allenatore serio e preparato come Alvini. La sensa- zione è che manchi qualcosa in avanti. LA STELLA: Okereke, dopo il buon campionato a Venezia, metterà la straordinaria velocità al servizio della Cremonese: può essere un utile grimaldello contro le difese più statiche. LA POSSIBILE SORPRESA: Milanese, che può giocare sia da esterno sinistro, sia da mezz'ala, abbina corsa a visione di gioco. Nelle mani di Alvini, può com- piere il salto di qualità. L'INCOGNITA: Le difficoltà nel trovare l'amalgama e il tasso tecnico non elevato della rosa sono problemi concreti. Manca un 'bomber' e la difesa sembra com- passata per competere ai massimi livelli. 20 - LECCE: Dopo aver vinto lo scorso Campionato di Serie B, si presenta ai nastri di partenza privato del bomber Coda (ceduto al Genoa) e con una rosa pesantemente modificata, piena di giocatori che sembrano vere scommesse. Il Ds Corvino potreb- be stupire tutti, ma l'organico pare destinato a lottare duramen- te. LA STELLA: Strefezza viene da una stagione strepitosa, in cui ha sancito la trasformazione in esterno alto. Se si confermasse in A, avremmo un'ottima ala. LA POSSIBILE SORPRESA: Colombo, di proprietà del Milan, parte dietro ma potrebbe ritagliar- si spazi importanti. In area ci sa fare, ma deve imparare a 'legare' meglio il gioco e alzare la media realizzativa. L'INCOGNITA: La rosa non pare attrezzata al meglio: le tante scommesse di Corvino pagheran- no? STEFANO CARNEVALI che, oltre a conoscere l'ambiente, potrebbe proporre un calcio più ispirato rispetto a quanto visto alla 'Dacia Arena'. LA STELLA: Deulofeu a Udine si è ritrovato. La sua tra- sformazione da ala imprendibile ma poco prolifica, in seconda punta 'bomber' pare essersi com- pletata. Buona parte dei destini passano per il suo estro. LA POSSIBILE SORPRESA: il tonfo in Coppa Italia (1-4 col Bari) ha dimostrato. OTTAVA FILA: 15 - EMPOLI. Dopo il buon Campionato dello scorso anno (al netto del ritorno sottotono), si pre- senta ai nastri di partenza pesante- mente rivoluzionato. Lo zoccolo duro ha le qualità per centrare un'altra salvezza. LA STELLA: Sarebbe Bajrami, ma 'RadioMercato' lo dà pionato, si è confermato attaccante mobile e dal gol facile. LA POSSIBILE SORPRESA: Botheim, attaccante norvegese ex Bodø Glimt, sarebbe dovuto anda- re al Krasnodar ma, con la guerra d'Ucraina, il trasferimento è salta- to. Il centravanti ha figurato in Conference League e potrebbe dire la sua. L'INCOGNITA. Un avvio stentato potrebbe 'bruciare' l'entu- Cremonese e Lecce: per salvare la promozione dovranno combattere La stella della Cremonese è David Okereke, arrivato dal Venezia (Ph© Ettoregriffoni | Dreamstime.com) Nella scorsa stagione, Samardzic ha lasciato intravedere colpi da campione. È probabile cheil suo minutaggio aumenti, completando la crescita. L'INCOGNITA: All'Udinese, manca qualità. Le doti sono fisi- cità e corsa ma, Pereyra a parte, in mezzo il 'fosforo' latita. 14 - VERONA. Dopo ottimi campionati, c'è qualche perples- sità. La rosa rivoluzionata (in avanti, dove, in uscita, c'è più di un nodo) e in panchina ci si è affi- dati a Cioffi, profilo differente da Juric e Tudor, artefici dei più recenti successi. LA STELLA: Barak (se rimarrà) è il calciatore più talen- tuoso ma dovrà adattarsi veloce- mente a un gioco differente. LA POSSIBILE SORPRESA: Henry, con Simeone promesso al Napoli, potrebbe diventare il cen- travanti titolare. Resta da confer- mare e migliorare quanto fatto intuire con il Venezia. L'INCOGNITA:Tante novità, tanto mercato (in uscita) da sbriga- re: la stagione parte in salita, come per prossimo partente (direzione Firenze). Ci possiamo allora orien- tare su Destro, bomber che sembra vivere una seconda giovinezza. LA POSSIBILE SORPRESA: Colpo dell'ultimo minuto, passato sotto silenzio: Sam Lammers. Mai esploso a Bergamo, ha faticato in prestito all'Eintracht. In Toscana si dovrà ritrovare. L'INCOGNITA: La sorpren- dente separazione con il tecnico Andreazzoli lascia dubbi, così come le tante cessioni (Asllani, Viti, Zurkowski, Pinamonti) resti- tuiscono un organico con qualche falla in più. 16 - SALERNITANA. Gli Amaranto puntano a proseguire sulle ali dell'entusiasmo generato dall'epica salvezza centrata, con una clamorosa rimonta, nella scor- sa stagione. Per farlo, la società ha operato sul mercato, consegnando (al netto di qualche cessione) a Nicola una rosa sicuramente più talentuosa, ma con qualche certez- za in meno. LA STELLA: Si riparte da Bonazzoli che, nello scorso cam- siasmo. L'organico è stato rinfor- zato, ma ha perso le certezze: Djuric, Ederson e Verdi. La bru- sca separazione dal Ds Sabatini non aiuterà. NONA FILA: 17 - SAMP- DORIA. Da centrare c'è un'altra salvezza in un Campionato che - con le difficoltà societarie - non si preannuncia facile. Pochi i ritocchi di mercato (con cessioni doloro- se), la rosa di Giampaolo (in cerca di rilancio) pare attrezzata per evi- tare la retrocessione. Difficile, però, entusiasmarsi. LA STELLA: Sabiri, arrivato a gennaio dall'Ascoli, si è subito inserito a meraviglia negli schemi dimostrando di possedere le qua- lità per imporsi in Serie A: è lui l'uomo in più della Samp. LA POSSIBILE SORPRESA: Dopo aver perso quasi tutta la scorsa stagione per infortunio, Djuricic sbarca in Liguria in cerca di riscatto. Il centrocampista offensivo ex Sassuolo è dotato di colpi importanti: se in salute, potrebbe fare la differenza. L'INCOGNITA: Oltre alla fra-

Articles in this issue

Links on this page

Archives of this issue

view archives of L'Italo-Americano - italoamericano-digital-8-11-2022